Pinze Radiali Accossato


5 Motivi per scegliere una pinza freno Accossato

1)L'ESTETICA: perché delle pinze radiali Accossato viene curato ogni minimo dettaglio estetico!
2) SCELTA: oltre 7 modelli di pinze radiali di diversi colori ed interassi.
3) LA QUALITA' DEL MADE IN ITALY: tutte le pinze radiali monoblocco sono realizzate in Italia.
Ogni componente è stato studiato in modo da garantire la massima performance in frenata.
4) I CONTROLLI: prima di essere montate ed immesse sul mercato tutte le pinze radiali Accossato vengono controllate e testate al 100%.
5) TECNOLOGIA MONOBLOCCO A 4 PASTIGLIE: al fine di migliorare la stabilità della pinza ed il raffreddamento della stessa,sulla maggior parte delle pinze,si è optato per questo tipo di tecnologia.

Modelli e consigli di utilizzo

Le pinze radiali ACCOSSATO sono realizzate secondo le più avanzate tecnologie e mediante l'utilizzo dei migliori materiali presenti sul mercato.

Un chiaro esempio di tale tecnologia è rappresentato dalle strutture delle pinze realizzate in monoblocco e lavorate con macchine CNC a 5 assi. La forma delle pinze è stata realizzata eseguendo complessi studi CAD, per garantire il minor peso possibile, il livello ottimale di rigidità del corpo e la miglior capacità di dissipazione del calore generato dalla frenata.

Durante la lavorazione meccanica, il corpo pinza viene controllato al 100% dalle macchine da laboratorio tridimensionali; nella fase successiva, il prodotto viene ossidato attraverso un apposito trattamento in ossido duro, che gli conferisce una resistenza prolungata nel tempo.

A seconda del modello, i pistoni delle pinze sono realizzati in due materiali differenti:
ERGAL 7075 ricavato CNC, oppure
TITANIO T6 rivestito (dotati di fori di raffreddamento dei pistoni)
Caratteristiche delle pastiglie:
Le pastiglie freno ACCOSSATO sono di due differenti mescole e tipologie:
EV1: pastiglie racing in carbon ceramica;
EV2: pastiglie racing in carbon ceramica progressive (pastiglie TOP di gamma Accossato)
Tipologie pinze radiali Accossato Racing:

Codice AGPZ01:
Tecnologia monoblocco ricavata CNC
Materiale Ergal 7075 ossidato in ossido duro
Interasse:108 mm Off-set 22,5
N° 4 pistoni in titanio auto-ventilati, da 34 mm
Sistema a 4 pastiglie per garantire un'eccellente capacità di raffreddamento
Codice AGPZ02:
Tecnologia monoblocco forgiata in alluminio
Materiale Ergal 7075 ossidata nero brillante
N°4 pistoni in Titanio auto-ventilati da 34 mm
Sistema a 4 pastiglie per garantire un'eccellente capacità di raffreddamento
Codice AGPZ03:
Tecnologia monoblocco forgiata in alluminio
Materiale Ergal 7075 ossidata color titanio
Interasse:108 mm; Off-set 22,5
N°4 pistoni in Ergal, da 34 mm
Sistema a 4 pastiglie per garantire un'eccellente capacità di raffreddamento
Codice AGPZ04:
Tecnologia monoblocco forgiata in alluminio
Materiale Anti-corodal ossidato, color antracite
Interasse:108 mm; Off-set 22,5
N°4 pistoni in alluminio, da 34 mm
Sistema a 4 pastiglie per garantire un'eccellente capacità di raffreddamento
Codice AGPZ05:
Tecnologia monoblocco ricavata CNC
Materiale Ergal 7075 ossidato in ossido duro
Interasse:100 mm; Off-set 30 mm
N°2 pistoni in alluminio da 34 mm
N°2 pistoni in alluminio da 38 mm
Sistema a 2 pastiglie
Ecco perchè scegliere una pinza radiale Accossato è sinonimo di eccellenza nella sicurezza, nella qualità e nelle prestazioni.
GARANZIA
La garanzia sulle pinze monoblocco Accossato è valevole per una durata di 24 mesi a partire dalla data dello scontrino o della fattura; il mancato invio di tali documenti non dà diritto alla fruizione della garanzia.
REVISIONI PINZA MONOBLOCCO RADIALE ACCOSSATO
La revisione della pinza Accossato viene eseguita entro 1 settimana lavorativa del ricevimento della pinza radiale. Il costo di tale revisione è di 50 Euro+iva per ogni pinza.
Qualsiasi Cliente che volesse far effettuare la revisione della pinza radiale è tenuto a scaricare l'apposito "Modulo Assistenza", compilandolo in ogni sua parte ed inviando il tutto a tecnico@agmoto.com.
Il costo del trasporto andata/ritorno è a carico del Cliente stesso.
La revisione include:
- Ispezione esterna del prodotto
- Smontaggio della pinza in tutte le sue parti
- Ispezione visiva a microscopio di ogni componente della pinza
- Ispezione visiva interno corpo pinza
- Sostituzione delle guarnizioni
- Assemblaggio di tutte le parti
- Test statico della pinza
- Test dinamico della pinza
Le parti sostituite vengono rottamate e dal momento della revisione, la pinza acquisisce ulteriori 12 mesi di garanzia, dietro presentazione dello scontrino o della fattura.
Un'ulteriore revisione (la seconda) non estende la garanzia del prodotto.
Nella revisione non è inclusa la sostituzione di altri particolari esterni non menzionati.
In caso di caduta, la revisione viene effettuata esclusivamente qualora si ravvisino le condizioni essenziali per cui la pinza potrà tornare a funzionare in condizioni ottimali, pari ad una pinza nuova.
MATRICOLA DELLE PINZE MONOBLOCCO ACCOSSATO
La pinza radiale Accossato da voi acquistata è unica nel suo genere: possiede infatti un numero di matricola, che la rende singolarmente identificabile da tutte le altre pinze radiali.
La rimozione di tale matricola comporta la perdita della garanzia e dell'assistenza.

FAQ

COME COMPORTARSI IN CASO DI CADUTA?
Essendo la pinza radiale un componente di sicurezza, è assolutamente sconsigliato provare a riprendere la guida in seguito a caduta, specialmente qualora si ravvisino o si sospettino malfunzionamenti della pinza.
ESISTONO KIT DI REVISIONE DELLA PINZA ACCOSSATO?
Esiste un kit ufficiale Accossato di revisione liberalmente acquistabile, nel caso di montaggio di prodotti non ufficiali la pinza perde immediatamente la garanzia.
QUALE FLUIDO FRENI SI DEVE UTILIZZARE?
Accossato consiglia l'utilizzo del fluido freni DOT4 Accossato Racing perché specificamente studiato per l'utilizzo da parte dei Clienti più esigenti, che pretendono il massimo delle prestazioni dal loro impianto frenante.
I tecnici Accossato raccomandano molta attenzione all'utilizzo di fluidi freni differenti presenti sul mercato.
Nello specifico, prestare cautela nell'utilizzo del DOT 5.1 ad alto punto di ebollizione: questo fluido infatti deve essere rimosso dall'impianto frenante immediatamente dopo la gara e/o il singolo utilizzo.
La non rimozione immediata di questo fluido dall'impianto può provocare il danneggiamento delle guarnizioni del sistema frenante.
A QUANTO DEVO CHIUDERE LA VITE DOPO LO SPURGO?
Accossato consiglia di chiudere la vite di spurgo con chiave dinamometrica a 23-26 Nm. Si sconsiglia qualunque tentativo di chiudere tale vite a mano, senza misurarne il serraggio. Dopo aver effettuato lo spurgo e chiuso la vite di spurgo, soffiare con l'aria compressa tutto intorno alla vite, in modo da far uscire l'olio rimasto intrappolato nelle creste del filetto e nel foro centrale diametro 3mm.

PROCEDURA PER LA SOSTITUZIONE DELLE PINZE FRENO ACCOSSATO

Per evitare di sporcare la moto di liquido freni può essere utile coprire le parti sotto la pinza con uno straccio o della carta assorbente.
SMONTAGGIO
- Allentare il raccordo di mandata liquido quanto basta per riuscire a svitare il raccordo dalla pinza senza il rischio di rovinate le tubazioni dopo aver smontato la pinza freno.
Attenzione: durante questa operazione proteggere con un panno le parti della moto che potrebbero venire a contatto con il liquido freni.
- Svitare le viti di bloccaggio della pinza dal piedino forcella, e allontanare dalla moto l'intero gruppo pinza freno.
Attenzione: queste operazioni di smontaggio vanno eseguite con la massima attenzione assicurandosi che il liquido freni non entri in contatto con le parti del veicolo che potrebbero danneggiarsi (es. parti verniciate, plastiche, parti in gomma).
Per evitare perdite d'olio durante la fase di smontaggio si consiglia di tenere la pinza freno in posizione più alta rispetto a tutte le parti dell'impianto frenante; ruotare, quando possibile, la pinza, in modo che il raccordo di mandata liquido freni si trovi rivolto verso l'alto.
Tamponare con un panno o della carta assorbente eventuali fuoriuscite d'olio.

- Svitare completamente il raccordo di mandata liquido (allentato precedentemente).
Attenzione: tamponare immediatamente il foro con un panno o della carta per evitare la fuoriuscita di olio, tenendo sempre il foro rivolto verso l'alto.
MONTAGGIO
- Avvitare manualmente il raccordo di mandata liquido (1) sulla pinza freno ACCOSSATO.
Attenzione: per evitare che il raccordo perda una volta montato è consigliabile sostituire tutte le rondelle di rame (2) con nuove rondelle dello stesso tipo. Prima di avvitare il raccordo accertarsi che sia compatibile con la nuova pinza freno (filetto su pinza freno M10x1)
Posizionare la nuova pinza freno sul piedino forcella. Montare la pinza in modo che il suo asse di mezzeria corrisponda con quello del disco. E' ammesso un disallineamento max di 0.15mm
Assicurarsi che tra il diametro esterno del disco e la pinza vi sia una luce di almeno 2mm.

Utilizzare eventualmente dei distanziali, per allontanare la pinza freno dal disco.
- Chiudere le viti della pinza con una chiave dinamometrica alla coppia di serraggio prescritta nel libretto di istruzioni.
- Serrare con la chiave il raccordo di mandata liquido (1), che era stato avvitato manualmente in precedenza, con una coppia di serraggio pari a 23-26 Nm.
Attenzione: una corretta coppia di serraggio del raccordo evita, insieme alle nuove rondelle di rame, trafilamenti di liquido dalla connessione ed è necessaria anche per evitare rotture nei filetti del corpo pinza.

Spurgo pinza freno Accossato

- Togliere il tappo della vaschetta liquido freni e la membrana dalla pompa freno
- Ripristinare con olio nuovo il livello del liquido nella vaschetta olio freni.
Attenzione: verificare che il liquido presente nell'impianto sia compatibile con il nuovo liquido immesso nella vaschetta altrimenti sostituirlo completamente.
- Togliere il cappuccio di gomma dal tappo di spurgo (3) e collegargli un tubo in gomma (meglio se trasparente per vedere il passaggio del liquido e dell'aria).
Attenzione: raccogliere il liquido in un apposito contenitore per poterlo poi smaltire correttamente. - A questo punto eseguire questa procedura:
1) Tirare la leva;
2) Allentare il tappo spurgo (3) senza lasciare la leva;
3) Dopo 2/3 secondi richiudere il tappo di spurgo;
4) Rilasciare la leva.
Ripetere le operazioni dalla 1 alla 4 più volte.
A spurgo chiuso la leva deve diventare sempre più dura da tirare fino a quando, aprendo lo spurgo, dal tubicino esce solo più liquido senza la presenza di bolle d'aria.
- Togliere il tubo per il recupero dell'olio, serrare il tappo spurgo con una coppia di serraggio di 10-11 Nm. Ripulire il tappo di spurgo (3) con un panno e ricoprirlo con il cappuccio in gomma

Dopo aver eseguito questo procedimento è necessario ripristinare il livello dell'olio nella vaschetta portandolo al livello MAX.
Attenzione: durante l'operazione di spurgo è necessario controllare, e se necessario ripristinare, sempre il livello del liquido nella vaschetta per evitare che questo finisca.

Schema tecnico interrasse off-set pinza freno

Al momento della scelta della pinza freno da acquistare, verificare che "l'interasse pinza" e "off-set" sia compatibile con il piedino forcella e il disco freno della moto.